Card sorting

Il Card Sorting è un’attività di gruppo che ha lo scopo di organizzare i contenuti o le funzionalità di un sistema in base alle scelte degli utenti. E’ piuttosto efficace poichè permette di uscire dai propri modelli mentali e di verificare che il labelling e la navigazione progettata rispecchino i desideri del pubblico.

Fonte
Fonte

Può essere “chiuso“, quando le categorie da organizzare sono prestabilite e gli utenti si occupano della loro riorganizzazione, o “aperto” dove si propongono macrocategorie generale e contenuti tipo, ma gli utenti hanno la possibilità di modificarle, eliminarle o crearne di nuove.

Struttura

Si sottopone ai partecipanti un inventario di contenuti.

Partendo da un’idea di navigazione (solitamente al massimo 3 livelli), si scelgono le voci principali e le macrocategorie e si standardizzano i contenuti apponendoli su cartoncini o postit.

I cartoncini non devono necessariamente riportare il labelling esatto, possono essere formulati a predicato verbale, indicando le varie sezioni come un’azione in prima persona. (esempio: “Acquisto”)

Agli utenti va spiegato che:

  • il loro obiettivo è riordinare le voci nelle macrocategorie, discutendo in gruppo sulle strategie di assegnazione e di interpretazione
  • aggiungere voci mancanti
  • doppiare cartoncini se vanno in più di una categoria
  • eliminare cartoncini inutili

Il Card Sorting può essere fatto online o dal vivo in gruppi di 3/5 persone, ripetendo l’operazione più volte con gruppi differenti

Strumenti

Per il card sorting dal vivo servono cartoncini / postit e pennarelli, se fatto online potete avvalervi di strumenti come trello adattando una board ai vostri bisogni, o utilizzando sistemi ad hoc per il cardsorting come OptimalSort.

La sessione può essere registrata per osservazioni successive sulle dinamiche di gruppo.

Approfondimenti: Card Sorting: una guida definitiva