Labelling

I labelling riguarda le scelte di nominalizzazione per i contenuti.

archivio

 

Pensate di dover cercare un documento in un archivio senza alcuna etichetta di riferimento. O peggio. Pensate di dover affrontare la ricerca in un archivio in cui le etichette non rispecchiano il contenuto di ogni cassetto.

Capite perché è un’operazione delicata e fondamentale?

Il labelling corretto e studiato è importante in ogni parte del sito/app che state progettando, ma ovviamente è cruciale nelle voci di navigazione di primo livello.

Le voci di menù devono essere descrittive, distinguibili tra loro e soprattutto SEMPLICI. E’ necessario favorire la predicibilità dei contenuti: il link deve essere descrittivo del contenuto a cui collegato. E ovviamente il contenuto deve mantenere “la promessa” del link stesso.

Icone sì, Icone no

Possiamo corredare le nostre etichette con delle icone, che rafforzino il significato del testo, o che lo sostituiscano completamente. L’accesso mentale ad un’immagine è molto più veloce: quando leggiamo un’etichetta, il nostro cervello non fa nient’altro che ricreare nella nostra mente una rappresentazione del concetto, al fine di “codificarne” il significato in maniera corretta. Quindi, proponendo un’icona, di fatto proponiamo alla nostra mente una rappresentazione “preconfezionata” del messaggio che vogliamo passare.

Il tutto funziona fino a che l’associazione tra icona proposta e rappresentazione mentale corrisponde. Quindi possiamo permetterci di utilizzare solo le icone quando:

  • il loro significato è universalmente rappresentato con quel pittogramma (esempio la mail, il telefono, carrello per l’e-commerce etc…)
  • sono inserite un sistema/app con delle funzionalità e dove ci aspettiamo che l’utente ritorni frequentemente e impari la causa effetto icona-contenuto. In questi casi si può prevedere una fase di training (ad esempio attraverso tips) al primo utilizzo

Alcune icone hanno assunto un significato condiviso in base al contesto in cui sono inserite: l’icona delle notifiche di facebook è un “mondo”. Semanticamente il “mondo” potrebbe benissimo rappresentare concetti diversi (come la selezione di un’area geografica).

A scanso di equivoci, ove è possibile cercate di accompagnare l’icona ad un’etichetta testuale.

Ecco alcuni esempi di utilizzo di etichettatura a testo (verde), testo + icona (giallo) e solo icona (rosso)

uso-icone-e-etichette

Le icone possono essere utilizzate per mettere l’accento sulle funzionalità principali. Attenzione a non abusarne.

Le icone infine possono essere  utilizzate di supporto ai significato di aree informative (ad esempio per enfatizzare le caratteristiche di un prodotto), o per rappresentare una determinata sezione di contenuto.

lo sfumino

Approfondimento: sull'uso delle icone come supporto ai contenuti